" La mia ragazza su Marte".

La trama:

Annoiata dalla solita vita, Amber – che vive con Kevin, trent’anni entrambi, insieme da quattordici, in un appartamento a Vancouver dove coltivano illegalmente marijuana – decide di iscriversi alle selezioni di un nuovo reality. Si chiama MarsNow e i due vincitori – un uomo e una donna – verranno spediti su Marte, per la prima missione umana sponsorizzata dal miliardario Geoff Task. Kevin, che è uno sfaccendato, non capisce questa improvvisa smania di Amber di voler dare un senso alla sua vita, quando, se mai dovesse andare su Marte, si tratterebbe, per loro, di non vedersi mai più: la tecnologia garantisce l’andata, ma non il ritorno sul pianeta Terra. Ma Amber è irremovibile. Le selezioni cominciano: ventiquattro concorrenti provenienti da tutto il mondo – tra cui un bell’israeliano, un’affabile canadese e un assortimento di scienziati nerd e aspiranti influencer – competono per i due posti in palio, e Amber dà il meglio di sé, sorretta da un’appassionata ambizione e un incrollabile idealismo.La mia ragazza su Marte, romanzo di assoluta originalità, comincia con un grande ritmo ironico che man mano acquista sostanza, calore e profondità, fino a diventare una riflessione malinconica sul nostro presente, sulla complessità delle relazioni umane e sul mondo climaticamente al collasso, aprendo però la porta alla possibilità di una rinascita interiore.

************************************************************************************************************

”La mia ragazza su Marte” di Deborah Willis è un romanzo brillante, originale e modernissimo. L’ho apprezzato tanto e ringrazio la casa editrice Bollati Boringhieri per avermi permesso di leggere l’anteprima.

Avevo bisogno di essere stupita e Deborah Willis è riuscita a sorprendermi con una storia dai contenuti contemporanei e moderni scritta in maniera intelligente passando da toni ironici ad altri decisamente malinconici.

Partendo dalla relazione di Amber e Kevin l’autrice scrive un libro sull’ amore ai tempi dei i social, dei cambiamenti climatici, dell’ambizione e delle ingiustizie.

Da un lato l’attenzione è posta sulla protagonista che, stanca e annoiata dalla sua vita monotona, decide di partecipare al programma televisivo Mars Now. Amber è convita che questa sia un’occasione unica e irrepetibile e l’idea
di essere selezionata per partire per Marte la riempie d’entusiasmo e adrenalina.

“Perché? Chiesi. Perché Marte? Perché adesso? Perché voglio vedere la Terra dall’alto! Perché è un’opportunità incredibile! Perché è la prima missione nel suo genere!”

Dall’altro il suo compagno non capisce e resta spiazzato nei confronti di una scelta ,a suo avviso, bizzarra e senza un gran senso. Kevin è abitudinario, ama la routine e soprattutto vede in Amber un punto di riferimento senza il quale gli pare impossibile affrontare le giornate.

” Per questo non riesco proprio a capire perché Amber dovrebbe voler andare da qualche altra parte, soprattutto su una roccia rossa e morta. Pensavo avessimo un accordo. Non siamo sposati; non abbiamo bambini; non abbiamo animali. Ma abbiamo le nostre piante e abbiamo noi stessi. E siamo molto impegnati in questa sorta di non impegno: coltivare erba nel nostro appartamento, ordinare la pizza dal locale gluten free in fondo alla strada, guardare intere stagioni di Arrested Development tutte in una volta… C’eravamo, credevo, impegnati a non andare da nessuna parte. Da nessuna parte, ma insieme”.

Attraverso queste due figure, il loro punto di vista e le loro decisioni, Deborah Willis racconta la complessità delle relazioni di coppia, le forze e le debolezze umane in un’epoca caratterizzata dal caos e dalla voglia di fuga da un mondo che sembra andare a rotoli. La scrittrice canadese tuttavia, lascia al lettore uno spiraglio di luce perché, se le sorti del pianeta Terra sono a rischio (tema ricorrente nel romanzo sono le conseguenze del cambiamento  climatico), l’amore permette agli esseri umani di adattarsi e di trovare una soluzione per sopravvivere.

Un romanzo consigliato a chi insegue i sogni e spesso si scontra con la durezza della realtà, alle coppie che non sanno più dialogare e capirsi, ai lettori in cerca di una scrittura incisiva, elegante e arguta e infine a coloro che sono in perenne fuga nel tentativo di trovare la felicità in luoghi lontani e nel frattempo, dimenticano che quest’ultima spesso è più vicina di quanto sembri.

Promosso a pieni voti!

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Romanzi
  • Commenti dell'articolo:4 commenti

Questo articolo ha 4 commenti

  1. Teresita

    Ottima proposta. Lo leggerò

    1. Giorgia

      Brillante e originale.

  2. Maria Pia

    Leggendo il tuo commento mi pare che il desiderio di Amber di andare su Marte, di guardare la Terra da un’altra prospettiva rispecchi anche la maggiore intraprendenza femminile, l’ abilità delle donne nel destreggiarsi in situazioni nuove, rispetto alla maggiore “linearità ” degli uomini che vanno in crisi e sono più lenti quando c’è da orientarsi tra difficoltà e imprevisti. Insomma un’ironica sottolineatura di molte doti femminili!

    1. Giorgia

      Hai perfettamente ragione Maria Pia. Non ti dico di più per non fare spoiler ma Amber purtroppo dovrà fare i conti con una scelta difficile.

Lascia un commento